Metapontion 2018, la tre giorni del Festival internazionale della Magna Grecia

Metapontion 2018, la tre giorni del Festival internazionale della Magna Grecia

La tre giorni del METAPONTION 2018- Festival internazionale della Magna Grecia, conclusasi in bellezza la scorsa domenica 6 maggio con il concerto dei Tamburellisti di Torrepaduli, capitanati da un vulcanico Pierpaolo De Giorgi, si è rivelata una assoluta novità per il territorio. Numerosissimi i feedback positivi ricevuti dal pubblico presente e dagli utenti dei social che hanno seguito con interesse e curiosità l’evento. Convegni, manifestazioni sportive, rievocazioni storiche, spettacoli teatrali e musicali hanno interessato anche il territorio dei comuni di Matera e Taranto. Un mix che si è rivelato vincente perché ha saputo attingere alle radici più profonde del nostro passato, risvegliando così un Titano sopito da molti secoli: Metaponto.

Il Festival della Magna Grecia, organizzato dall’Amministrazione Comunale di Bernalda e il suo Ufficio Magna Grecia, con la partnership degli Emicicli di Samo, rappresentato dal dr. Stamatis Skoutas, e di Metaponto, si è avvalso della presenza di relatori di indiscusso valore anche internazionale, dei cui interventi si produrrà uno specifico comunicato, e del patrocinio di illustri enti, istituzioni. In primis dell’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo che, nella lettera pervenuta due giorni prima dell’inizio dell’evento, a firma del presidente Tajani, dice di “apprezzare molto l’evento, inteso a celebrare la Magna Grecia, che svolgerà un ruolo importante nel rafforzare le identità condivisa dei popoli e delle culture del Mediterraneo” e definisce Pitagora “come personaggio emblematico delle relazioni tra Samo e Metaponto e promotore dei valori di libertà, uguaglianza, rispetto e tolleranza, oggi condivisi dall’Unione Europea”.
Un patrocinio che sancisce la validità del Metapontion 2018 e che va ad aggiungersi ai tanti già ottenuti in precedenza: Ambasciata di Grecia a Roma, Comune di Samos-Greece, rappresentato dal delegato del sindaco Angelopoulos, Dimitrios Mavratzotis, MIBACT, MIUR, Polo Museale e Soprintendenza di Basilicata, MIUR, CONI, fondazione Matera 2019, UNIBAS, Commissione Regionale Pari Opportunità, Regione Basilicata, Provincia di Matera, Taranto, Massafra, Palagiano, Castellaneta e Ginosa, Confraternite Elleniche d’Italia, Comunità Ellenica di Taranto, Società Filellenica Italiana, Società Filosofica Italiana e della città di Matera, gemellata con Metaponto nel nome di Pitagora, Maestro e pensiero dell’Umanità. Media partner ufficiale dell’evento ESTIA TV, un network greco che ne ha acquisito i diritti.
Il Festival si è potuto realizzare grazie a numerosissime collaborazioni gratuite, tra le quali ci piace ricordare quella di Dino Paradiso che ha interpretato un esilarante Pitagora show con testi preparati da Antonio Orlando.

È doveroso, dunque, dopo il successo ottenuto, ringraziare tutti coloro che si sono spesi, mettendo a disposizione tempo e risorse anche economiche.
L’IIS Bernalda-Ferrandina dove si sono tenute le lezioni di Paneuritmia, antica danza greca che purtroppo i ragazzi non sono riusciti a rappresentare a causa delle condizioni meteorologiche.
Le associazioni che hanno offerto il proprio sostegno: la Protezione Civile Metapontum, l’Unione Nazionale dell’Arma dei Carabinieri, la Pro Loco di Metaponto, Ad Pytagoram, l’OCCSE della Magna Grecia, che ha formato le splendide Naiadi, primo gruppo storico di Metaponto, dirette da Lucia Durante, che ha accompagnato tutte le fasi dell’evento, oltre ad esibirsi nel Rito della Madre Terra al Tempio di Hera, accanto alle Nereidi di Taras, dirette magistralmente da Saverio de Florio.
Una speciale menzione va riservata alle associazioni sportive, IKKOS, Polisportiva ASD Recycling, Bernalda Runners, MTB Taranto Bikers, Ethra Cultura, che hanno curato la staffetta delle tefofore della Magna Grecia, dedicata alla pitagorica spartana Timicha, la Fune delle Esperidi e la corsa per la pace nel mondo delle atlete magnogreche, che ha coinvolto Calabria, Campania, Puglia e Basilicata. E alle associazioni artistiche: Neopolites di Taras, con le sue Nereidi, Semele Project, diretta dalla regista Christiana Troussa, che a causa dell’inagibilità del Teatro Greco non ha potuto mettere in scena le sue Baccanti, i Sedili di Napoli, I Tamburellisti di Torrepaduli.

Grazie alle Associazioni Ensemble Teatro Instabile e I Cavalieri de li Terre Tarentine, guidati da Vito Maglie, che, con la supervisione della Comunità Ellenica di Taranto e l’apporto logistico dei Cittadini Attivi, si sono occupate della suggestiva rievocazione storica dello sbarco degli Achei e della fondazione di Metapontion, con la regia assunta in extremis da Ensemble Teatro Instabile, con Giuseppe Ranoia ed Emanuele Asprella.
Un grazie all’Associazione Leucippo degli operatori turistici di Metaponto, che ha fornito uomini e mezzi per garantire il trasporto dei relatori ospiti e che si è occupata, con la supervisione dell’Associazione Cuochi materani, coordinati dallo chef Francesco Paolo Fiore, della preparazione della “crapiata pitagorica”, offerta gratuitamente, così come tutte le attività svolte nel Festival, in Piazza Giovanni XXIII nella serata finale dell’evento. Serata in cui, grazie a Slow Food Magna Grecia di Pisticci, abbiamo potuto degustare cibi pitagorici ed ottimi vini, alcuni dei quali provenienti da Samos.
Un ringraziamento, infine, va agli operatori che hanno offerto le loro strutture per l’ospitalità e per i pasti: Hotel Palatinum, Camping Riva dei Greci, Hotel Magna Grecia, Pensione Afrodite, B&B All’ombra del carrubo, Camping Metapontum Village, B&B Villa degli Angeli, Ristorante Il Guerriero, Lido Nettuno, L’Oasi, Green Park. E a coloro che hanno fornito i loro prodotti e servizi: Grofé, Essenza Wine Bar, Masseria Cardillo, Azienda agricola.f.lli Esposito, Dichio Vivai, Market 3ElleTi, AreaWi, Sidonio Riprese Aeree ed imfine le sarte che hanno confezionato parte dei costumi.

Il METAPONTION 2018 è solo l’inizio, peraltro consacrato dal prestigioso riconoscimento che il Comune ha ottenuto il giorno successivo al termine dei lavori: la Bandiera Blu, finalmente riconquistata dopo dodici anni, grazie allo sforzo congiunto compiuto dall’Amministrazione, dall’ufficio comunale incaricato e dai cittadini di Bernalda e Metaponto.
Continueremo su questa strada, certi che sia quella giusta per il rilancio di un territorio dalle grandi ricchezze e potenzialità come il nostro. Riconosciamo la nostra identità, riappropriamoci delle nostre radici e lavoriamo in sinergia per raggiungere un obiettivo che molto più vicino di quanto possa sembrare!

L’ufficio stampa del Metapontion 2018
Barbara Lombardi

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Visit Metaponto & Bernalda