Metaponto arriva su RAI Cultura con “VOCI DI UNA TERRA, BASILICATA”

Metaponto arriva su RAI Cultura con “VOCI DI UNA TERRA, BASILICATA”

Si chiama “VOCI DI UNA TERRA, BASILICATA” la nuova serie di Rai Cultura in otto puntate di Gianluca Miligi e Maria Teresa Valente, con la regia di Federico Cataldi, in onda da lunedì 19 novembre alle 22.10 su Rai Storia.
Come riportato dal comunicato dell’Ufficio Stampa RAI, si tratta di “un viaggio in una terra dalla storia antica e dalla natura selvaggia, incastonata tra monti e colline e bagnata da due mari, il Tirreno e lo Ionio. Le tappe – realizzate in collaborazione con la Regione Basilicata – ripercorrono il territorio disegnato dalla geografia, ma anche quello umano, fatto di cultura, di arte, di amore per la terra e di radici antiche, dalla preistoria alla Magna Grecia, dal Medioevo al Novecento ai nostri giorni. Ogni puntata è dedicata a un aspetto particolare della Basilicata: natura, patrimonio storico e culturale, risorse, tradizioni popolari, senza dimenticare anche i momenti più dolorosi che hanno segnato questa terra. E il viaggio non può che concludersi in un luogo simbolo della Basilicata: la città dei Sassi, Matera, Capitale Europea della cultura 2019, entrata nel 1993 tra i siti del Patrimonio culturale Unesco”.
Tra le perle della Basilicata non poteva mancare Metaponto, oggetto, insieme a Policoro, della terza puntata dal titolo “L’anima greca”, curata da Antonella Zechini, che andrà in onda lunedì 26 novembre alle ore 22.00. “Qui storia, leggenda e natura si fondono e comunicano attraverso sassi remoti e resti di antichissime civiltà, in gran parte ancora sommersi. – recita ancora il comunicato – Questi resti hanno resistito a tutto, guerre, alluvioni, saccheggi e sono ancora lì a testimoniare di quel periodo grandioso durante il quale i Greci giunsero sulle sponde della Campania, Calabria, Puglia e Basilicata dando vita alla Magna Grecia. L’anima di queste civiltà viene custodita con coraggio e determinazione dagli archeologi, che, spesso tra disagi ed avversità, continuano a scavare per conservarne devotamente la memoria, al fianco di coloro i quali, riproponendo e rappresentando riti e miti ancestrali, ne divulgano la bellezza”.
E proprio al Museo Archeologico Nazionale sono state girate alcune scene e raccolte le testimonianze di Savino Gallo, attuale Direttore, e di Antonio De Siena, ex Soprintendente ai Beni Archeologici della Basilicata, nonché profondo conoscitore della storia di Metaponto. Nel corso della puntata ritroveremo i luoghi ed i personaggi più emblematici dell’antica Metapontion, riproposti in chiave rievocativa grazie all’apporto di alcune associazioni che si sono adoperate per la realizzazione del programma. Al Parco Archeologico di Apollo Licio, nell’area del Teatro Greco, gli attori di Semele Project hanno rappresentato alcuni stralci delle Baccanti di Euripide. L’imponente Tempio di Hera, simbolo di Metaponto, ha ospitato le splendide Naiadi di Metapontion e le Nereidi di Taras, delle associazioni OCCSE e Neopolites, per la rievocazione dei Riti della Terra, dedicati alla dea. Tra le maestose colonne doriche gli attori dell’Ensemble Teatro Instabile hanno riprodotto una scena che certamente lì si verificava di frequente 2500 anni fa: vedremo passeggiare Pitagora, seguito dai suoi discepoli, mentre tiene una lezione in quella che fu la sua “Cattedra”.

 

Visit Metaponto & Bernalda